Una delle domande più comuni poste quando si confrontano diverse arti marziali è la seguente: qual è l’arte marziale più efficace da imparare per la difesa personale? In altre parole, quale disciplina può essere la migliore da praticare tenendo in mente i combattimenti per strada? in questo articolo cercheremo di rispondere alla domanda e, per rendere le cose più pratiche, ci concentreremo solo sulle discipline più comunemente offerte nelle palestre locali: Muay Thai, Pugilato, Jiu Jitsu Brasiliano, Wrestling e MMA.

Sviluppare la forza mentale attraverso la competizione nelle arti marziali

Noterai che tutte le discipline elencate sono quelle in cui puoi effettivamente competere. Il Krav Maga è senza dubbio la disciplina più efficace per i combattimenti per strada, ma non prevede competizioni. È stato sviluppato specificamente per neutralizzare, uccidere o ferire gravemente l’aggressore con efficienza, compreso l’uso di colpi ai punti più vulnerabili del corpo, usando anche coltelli o oggetti, e continua a colpire l’avversario finché non è completamente inabilitato. Questo è il motivo per cui non esistono competizioni legali per il Krav Maga.

Il motivo per cui parliamo solo di sport in cui è possibile competere è legato al condizionamento mentale che puoi sviluppare attraverso l’allenamento mirato al combattimento. Questo è spesso trascurato ma potrebbe essere il tuo miglior alleato in una lotta per strada. La verità è che la maggior parte delle persone reagisce allo stress della violenza fisica o alla minaccia di essa entrando immediatamente in modalità di combattimento o fuga. Anche se scelgono di combattere, i loro pensieri sono emotivi, reattivi e impulsivi. Il risultato è confusione e panico, con colpi tirati senza intelligenza sia in attacco o che in difesa.

Ciò non significa che coloro che rispondono in uno stato di panico siano inferiori, stupidi o codardi. Il loro cervello semplicemente non è condizionato a pensare logicamente sotto quel tipo di stress. Ecco perché l’allenamento è importante e, più specificamente, l’allenamento in un’arte marziale che consenta questo tipo di condizionamento. Puoi allenare le tecniche tutto il giorno e apprendere le combinazioni e le mosse più efficaci, ma senza sperimentare regolarmente la minaccia di un’altra persona che cerca di farti del male, è quasi impossibile condizionare la mente a mantenere la chiarezza e rispondere con intelligenza.

Una panoramica delle discipline comuni

Diamo un’occhiata a ciascuna disciplina elencata sopra e cerchiamo di capire quale potrebbe essere la più efficace da imparare. È importante notare che questo articolo non intende dimostrare che una disciplina sia inefficace o inferiore alle altre. È solo una breve panoramica delle discipline più comuni e di come possono essere applicate in combattimenti per strada e autodifesa.

Jiu-Jitsu brasiliano: strangolamenti e prese

Cominciamo con il Jiu-Jitsu brasiliano. Il BJJ è uno sport basato sulla lotta. Sebbene non inizi a terra, è lì che si svolge la maggior parte del combattimento. Il BJJ è fantastico perché non si basa sulla forza o sulle dimensioni per fermare l’avversario. Utilizzando strangolamenti e prese, diventa molto efficace per i combattimenti per strada.

Tuttavia, il problema principale è che si concentra sulla lotta a terra. In una rissa per strada, l’obiettivo principale dovrebbe essere evitare di finire a terra. In primo luogo, stai lottando sul cemento, che è molto diverso dai tappeti da wrestling. Inoltre, devi considerare la possibilità di attacchi multipli. Una volta a terra, diventa molto facile per un altro aggressore colpirti da una posizione che non puoi vedere. È essenziale mantenere costantemente la consapevolezza situazionale e l’opzione di scappare.

Takedowns-in-wrestling